Come Giocare a Drin con le Carte

Questo gioco molto bello e particolare trova le sue origini in America. Questo gioco, tra le tante qualità ne possiede anche una molto importante, ovvero la semplicità, ma allo stesso tempo è davvero divertente. Impara a giocarci leggendo i passi di questa guida.

Per prima cosa, sappi che possono prendere parte al gioco dai due ai sette giocatori. Ora, per prima cosa, elimina i quattro jolly dai due mazzi di carte, quindi, tu che farai il mazziere, dovrai distribuire da due a sette carte, ciò dipende dal numero di giocatori, in senso orario e una per volta.Quindi devi scoprire la prima carta del tabellone sul tavolo e affiancare il tabellone a quest’ultima. Lo scopo del gioco è quello di sbarazzarsi per primi delle carte che si posseggono.

Detto questo, il primo che gioca è il giocatore alla tua sinistra se sei il mazziere, quindi a turno, i giocatori devono rispondere con una carta seguendo tre regole, ovvero la carta deve avere valore uguale a quella della carta in tavola, la carta deve essere dello stesso seme della carta in tavola e la carta deve essere un asso, un sette o un otto di un seme a scelta.

Se invece, il giocatore non ha nessuna carta giocabile o non vuole giocarla, puoi fargli pescare una carta dal tabellone. Se questa è giocabile, la può collocare sul mazzetto che si andrà formando. Gli altri giocatori, a turno, devono seguire lo stesso procedimento. Ora quando un giocatore scende un asso qualsiasi, chi lo segue deve pescare dal tabellone due carte e salta quel turno.

Solo nel caso in cui ti impegni con un asso, anche se non è un obbligo, ti puoi sottrarre dall’obbligo di pescare due carte, ma non a quello di saltare il turno di gioco. Adesso, quando viene giocato un asso, il giocatore che segue quello che ha saltato il turno deve rifarsi, per seme e valore, alla carta sottoposta all’asso. Quando sul mazzetto si mette un sette, dovrai invertire l’ordine di giocata, quindi gioca il giocatore che aveva giocato prima di chi ha messo il sette, gioca un’altra volta e si rifà al sette.

A questo punto, quando sul mazzetto si mette un otto, dovrai determinare, insieme agli altri giocatori, quale seme dovrà essere la carta che segue, quindi, per esempio, se un giocatore dirà danari, il giocatore che segue sarà costretto a giocare questo seme. Quando un giocatore rimane con una sola carta in mano, deve dire drin e deve farlo ogni volta rimanga in queste condizioni. Se si dimentica e quando tocca a lui chiude, non gli vengono non gli vengono assegnati dieci punti negativi.

Infine chiude chiude, cioè vince il giocatore che rimane senza carte in mano. Ora dovrai sommare il punteggio. Per farlo dovrai sommare smazzata dopo smazzata tenendo conto che un otto vale trenta punti, l’asso quindici le figure dieci e le altre carte il loro valore facciale. Chi vince segna per se dieci punti negativi.Chi chiude con un otto raddoppia il punteggio degli avversari, se chiudi con un asso, farai pescare al giocatore che segue due carte che deve inserire nei punti da pagare. Chi arriva a centocinquanta punti sballa, ovvero esce dal gioco e paga a ogni giocatore un numero di punti pari alla differenza fra il suo punteggio e quello di ognuno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright Giovani e Web 2020
Shale theme by Siteturner