Come Analizzare il Terreno per il Prato

Quando ti accingi a costruire un nuovo tappeto erboso, devi analizzare come primo lavoro il terreno per scoprire la sua esatta composizione. Questi dati ti servono per una corretta gestione del terreno ed eventualmente per apportare dei miglioramenti.
Queste eventuali migliorie si devono realizzare durante le lavorazioni iniziali del terreno in modo da ottenere per la superficie interessata e per la profondità di 30-40cm un terreno il più uniforme possibile.
Un’analisi fisica e chimica del suolo mirata a trovare le componenti strutturali del terreno dovrebbe rilevarti questi dati.

Qui sotto ti indico cosa devi cercare e anche dei dati di riferimento standard per il terreno di un prato erboso

tessitura sabbia 50%
tessitura limo 25%
tessitura argilla 25%

carbonati totali CaCO3 18%
sostanza organica 2%
azoto totale N 1,5-2,5 g\kg
fosforo scambiabile P 10-15 mg\kg
potassio scambiabile K 120-180 mg\kg

Come Mantenere Pulito un Coniglio

I conigli sono degli animali domestici dolci e tranquilli, non hanno bisogno di grandi spazi e neppure di passeggiate al pari di un cane. Sono di fatto animali che non sporcano, ma è doveroso assisterli nella cura dell’igiene.

La pulizia è infatti importante per tutti gli animali, e soprattutto per quelli in gabbia, ma per quelli in gabbia è decisamente condizionata dallo spazio circoscritto. Se mal curati, questi pets rischiano di ammalarsi, quindi è necessario impegnarsi per mantenere il loro ambiente vitale sempre lindo e disinfettato. Un’organizzazione ordinata degli spazi dedicati al coniglio, in particolare, lo aiuterà ad adeguarsi ai ritmi della manutenzione dell’igiene con i migliori risultati.

Seguendo quest’ultima istruzione, il coniglio organizzerà mentalmente i propri spazi ed userà sempre una zona della sua “casetta” per i propri bisogni fisiologici ed un’altra per mangiare, e questa impostazione renderà molto più semplice la pulizia della gabbia (o della casa, se si lascia libero). La soluzione migliore è acquistare una lettiera, proprio quella per i gatti, con la differenza che oltre al pellet (altamente assorbente), è consigliato aggiungere anche abbondante fieno.

Con questa sistemazione sarà molto difficile che il coniglio sporchi in un luogo diverso dalla sua lettiera: i conigli sono spontaneamente molto ordinati e trascorrono molte ore del giorno a pulire se stessi accuratamente.

La pulizia degli accessori del pet e della sua lettiera è un’operazione estremamente importante, ma non complicata: sono sufficienti un po’ d’acqua calda e aceto per detergere al meglio la lettiera; assolutamente sconsigliato l’utilizzo di detersivi profumati o di candeggina.

Con le stesse soluzioni si dovrà procedere chiaramente anche alla pulizia delle ciotole utilizzate per l’acqua e per il cibo, i giocattoli (se ne possiede) e qualsiasi altro oggetto venga usato quotidianamente dal coniglio.

Come Togliere le Unghie di una Cavia

Tagliare le unghie alla cavia è un’operazione da eseguire con la massima cura. Si tratta di un aspetto della toelettatura non semplice e che richiede attenzione.

Per iniziare bisogna ricordare che le unghie dei porcellini d’India ospitano alcuni vasi sanguigni, che si possono anche vedere ad occhio nudo, e sono quindi molto delicate.
Si consiglia di osservare dapprima l’operazione del taglio delle unghie della cavia eseguita da un medico veterinario.

Risulta essere sempre meglio sottoporre l’animaletto a questo trattamento in coppia, in modo che ad un eventuale scatto emozionale del pet una seconda persona possa intervenire per tranquillizzarlo.

Occorrono soltanto due piccoli strumenti: un paio di forbicine – assolutamente a punte arrotondate – ed una spazzola a setole morbide.
Con la dovuta cautela, cominciare dunque ad accorciare le unghiette una ad una, mostrando la calma adeguata, e compiere brevi interruzioni in modo da stabilire un ritmo più rilassato alla seduta estetica.
È determinante per il benessere del pet mantenere le unghie della cavia della lunghezza prevista affinché il sangue possa fluire correttamente lungo i vasi.
La cavia è un animaletto docile che si intimorisce molto facilmente: ecco perché in questa occasione può essere utile avvolgerlo in un asciugamano: si sentirà protetto e al caldo. Al termine del taglio, passare ripetutamente e dolcemente la spazzola sul pelo del corpo del porcellino d’India: lo aiuterà a rilassarsi e a riprendersi dalla tensione.

Ultimo consiglio, accompagnare l’operazione offrendo del cibo all’amico pet: ne sarà certamente felice e renderà lo svolgimento del taglio delle unghie molto più semplice.

Come Costruire Drenaggi per il Tappeto Erboso

In tutti i terreni di coltivazione ed in particolare nel tappeto erboso, il drenaggio è molto importante.
Se l’acqua non riesce a defluire e ristagna nel terreno, questa provoca fenomeni di asfissia con probabile moria delle piantine e compattamento del terreno.
Il compattamento è pericoloso in quanto le radici del prato non possono penetrare nel terreno e la piantina di erba rimane debole.
Il terreno bagnato rimane più freddo di un terreno asciutto e quindi cresce di meno.
Dalla esperienza maturata negli anni si possono riconoscere i terreni asfittici anche in base alle piante spontanee che vi nascono.

La presenza di acqua ristagnante nel prato erboso la si può trovare in diverse forme, la puoi osservare dopo una pioggia vedendola in superficie, la puoi sentire camminando sopra il prato e sentendo l’acqua al di sotto della superficie, la puoi vedere accumularsi nei punti più bassi formando acquitrini. Quando assisti alle situazioni descritte prima devi sistemare il drenaggio del prato. Non tutti i prati sono soggetti a problemi con la mancanza di drenaggio. I terreni con ghiaia sia in superficie sia in profondità sono esenti da questi problemi. A volte vi possono essere terreni con falde freatiche alte, in cui l’acqua dal sottosuolo si infiltra in superficie. Il ristagno idrico è comunque tipico dei terreni argillosi.

I danni del ristagno idrico sul prato sono
-le radici del prato che si sviluppa in superficie
-mancanza di vigore del tappeto erboso
-mancanza di aerazione del terreno del prato
-terreno del prato più freddo

I drenaggi per il tuo prato erboso possono essere superficiale e sotterranei. I drenaggi superficiali non sono altro che pendenze che si danno al terreno durante la sua stesura o lavorazioni successive. Non si fà altro che far scendere il livello del terreno verso l’esterno del tappeto erboso in modo che questi in caso di forti e prolungate piogge l’acqua sgrondi e defluisca verso l’esterno. La pendenza deve essere minimo del 1%, ossia ogni 100 m di distanza si scende di 1 m, oppure ogni 10 m di distanza si scende di 10 cm. Questa pendenza è sufficiente a far defluire l’acqua superficiale nella maggior parte dei giardini .

Come Fare i Boccoli con la Carta Argentata

Vi siete scocciate di prendere ogni volta spazzola, phon, o addirittura la piastra a onde  larghe per fare dei ricci o dei bellissimi boccoli? Questa guida vi insegna come creare bellissimi ricci o boccoli, con della semplice carta argentata e un phon, preparatevi.

Iniziamo con il prendere della comunissima carta argentata detta anche carta stagnola da cucina, tagliamone diverse strisce di 4 o 5 centimetri, dipende dalla lunghezza dei vostri capelli, e arrotolatele su loro stesse per crearne tipo bastoncini, mi raccomando a farli tutti uguali altrimenti usciranno boccoli diversi.

Fate le strisce di un diametro a vostra scelta a seconda di quello che dovrete fare, se volete dei ricci allora create dei bastoncini più sottili in modo da creare tanti ricciolini, se poi volete dei bei boccoli allora dovrete creare dei bastoncini più larghi di diametro in modo da creare boccoli grossi.

A questo punto laviamoci i capelli, con shampoo e balsamo, senza asciugarli, tamponiamo semplicemente per un po’ con un asciugamano, adesso prendiamo una ciocca di capelli, a la mettiamo attorno al bastoncino di carta argentata, e facciamo cosi con tutte le altre ciocche, a questo punto asciughiamo e sfiliamo i bastoncini, ed ecco pronti i nostri capelli.

Copyright Giovani e Web 2021
Shale theme by Siteturner